Incentivi per la riqualificazione energetica 2012 e 2013

| Approfondimenti

Proprio come indicava il decreto Monti, poi convertito in legge il 22 dicembre 2011, gli incentivi del 55% per la riqualificazione energetica degli edifici sono stati confermati fino alla fine del 2012, e come vi avevamo anticipato sono stati inseriti all'interno dell'articolo sul 36% per le ristrutturazioni edilizie. È proprio al 36% che scenderanno, infatti, a partire da gennaio 2013.

La misura è finalmente resa strutturale, e non avrà più bisogno di proroghe: una buona notizia per il mercato generato dall'interessamento sempre maggiore degli italiani nei confronti degli interventi di riqualificazione energetica, estesi da questo provvedimento anche alla sostituzione degli scaldacqua tradizionali con scaldacqua a pompa di calore.
L'Agenzia delle Entrate ha reso disponibile un vademecum che spiega nei dettagli tutte le novità, che di seguito vi riportiamo in breve.

Le riduzioni Irpef previste sono divise in dieci rate annuali di uguale importo, e riguardano le spese effettuate per:
- ridurre il fabbisogno energetico per il riscaldamento
- intervenire sul miglioramento termico
- installare pannelli solari
- sostituire impianti di climatizzazione invernale
Per la riqualificazione energetica di edifici esistenti il massimo detraibile è 100.000 euro, per interventi su involucri di edifici e installazione di pannelli solari 60.000 euro, per la sostituzione degli impianti di climatizzazione 30.000 euro.

La decisione di stabilizzare la misura ma di ridurla al 36% a partire dal 2013 non ha lasciato tutti soddisfatti, e in Parlamento sono già arrivate le prime richieste di un impegno a ripristinare il 55% per poi mantenerlo stabilmente.
Gli interventi di riqualificazione energetica, infatti, hanno generato un indotto non trascurabile, creando nuove opportunità di crescita economica e generando un interesse sempre maggiore da parte dei proprietari di immobili, ormai estremamente sensibili ai temi del risparmio energetico e delle sue ripercussioni sul mercato immobiliare: secondo un'analisi di Fondazione Impresa più di un quarto degli italiani è interessato al tema della classificazione energetica degli edifici e più del 30% ha già eseguito interventi di riqualificazione energetica, soprattutto sostituzione di infissi e miglioramenti dell'isolamento termico.

Categorie

Articoli Correlati

FAQ Correlate